Home / Blog / Aggiungere credibilita' al proprio sito web

CONDIVIDI

Aggiungere credibilita' al proprio sito web

, 7 febbraio 2006 | TAG: seo

L' Universita' di Stanford ha pubblicato un decalogo per aumentare la "credibilita'" del proprio sito web. Le 10 linee guida suggerite sono frutto di una ricerca condotta su 4500 persone nell'arco di 3 anni.

Perche' e' importante la credibilità di un sito?
La credibilità di un sito internet è fondamentale soprattutto in quei casi dove il sito web diventa uno strumento di vendita, anche indiretta. I visitatori devono potersi fidare, devono credere nelle informazioni che leggono prima di stabilire delle relazioni profique quali l'acquisto di un prodotto o anche una semplice richiesta di informazioni. Senza credibilità non c'è relazione.
Si pensi ad esempio alla semplice richiesta di preventivo (presente in quasi tutti i siti) per valutare il prezzo di un determinato servizio o prodotto offerto. Se l'utente che sta cercando un fornitore non si fidasse della nostra società, se non fossimo credibili ai suoi occhi come potrebbe mettersi in contatto con noi affidandoci i suoi dati?

E' perfettamente inutile quindi investire un sacco di risorse per aumentare la visibilità del proprio sito con la promozione nei motori di ricerca, se poi i numerosi visitatori che arrivano sul sito stesso non hanno nessuna possibilità di diventare anche dei clienti!

Ecco in breve la mia traduzione dei 10 punti suggeriti dai ricercatori di Stanford (ovviamente si accettano commenti e suggerimenti per una migliore interpretazione):

1. Rendi facile verificare l'esattezza delle informazioni sul tuo sito.

2. Mostra che c'è una organizzazione reale (una società) dietro il tuo sito.

3. Evidenzia la perizia all'interno della tua organizzazione e nei prodotti e servizi forniti.

4. Indica che dietro il tuo sito c'è gente onesta e fidata.

5. Rendi semplice mettersi in contatto con te.

6. Progetta il sito in modo che sembri professionale (o con uno stile appropriato per lo scopo).

7. Rendi il sito facile da usare ed utile.

8. Aggiorna spesso i contenuti del sito (o almeno mostra che è stato rivisitato di recente).

9. Usa il meno possibile ogni contenuto promozionale (e.g., ads, offerte).

10. Evita errori di ogni tipo, non importa quanto piccoli siano.

In sostanza i siti devono essere semplici da utilizzare (usabili), contenere informazioni chiare e verificabili sull'azienda, avere contenuti e grafica di qualità, essere aggiornati spesso, essere privi di pubblicità ed errori. Sembra facile...

 

CONDIVIDI

Ti potrebbero interessare anche...

WhatsApp per le aziende: oltre il social media marketing
Alcuni consigli su come utilizzare WhatsApp nelle strategie di marketing aziendale

14 ottobre 2016
Bizen, il mio reparto digital marketing: il caso Aldo Bernardi
Il nostro percorso di digital marketing insieme ad Aldo Bernardi, l'azienda che da oltre quarant'anni illumina con stile, ricercando nuovi materiali per creare originali manifestazioni di luce.

03 ottobre 2016
Ottimizzare un sito per i motori di ricerca: qual è lo scopo finale?
Per fare un po' di chiarezza sull'ottimizzazione per i motori di ricerca riprendo un recente articolo pubblicato sul sito Axandra che chiarisce alcuni aspetti delle motivazioni che dovrebbero stare alla base di una campagna di ottimizzazione e promozione sui motori di ricerca per evitare di sprecare inutilmente risorse.

13 giugno 2006