Home / Blog / Cos'e' l'Architettura dell'informazione

CONDIVIDI

Cos'e' l'Architettura dell'informazione

, 1 aprile 2008 | TAG: web design

Detta anche architettura delle informazioni, é la struttura organizzativa logica e semantica delle informazioni, dei contenuti, dei processi e delle funzionalitá di un sistema o un'applicazione informatica. L'architettura delle informazioni é il cuore di un qualsiasi progetto di interaction design. Applicabile anche al di fuori dell'ambito informatico, questa struttura é l'anima fondamentale di un qualsiasi insieme di contenuti e dati destinati alla fruizione e, integrando informazioni e processi, svolge un ruolo chiave nel definire il reale grado di fruibilitá e di usabilitá di un sistema digitale per l'utente finale. L'architettura delle informazioni comprende gli strumenti tecnici e culturali per l'organizzazione, la catalogazione, la ricerca, la navigazione e la presentazione di contenuti e dati nei vari formati disponibili (digitali e non). Lo scopo fondamentale dell'architettura delle informazioni é mettere in relazione utenti e contenuti, con una finalitá di business. Per quanto riguarda il Web, i due principali aspetti dell'architettura dell'informazione sono: la descrizione dei dati (metadati) e l'interoperabilitá. In effetti fino ad oggi il ruolo dell'AI é stato quello di fare da collante fra grafica, contenuti e design. Un buon architetto dell'informazione deve saper mediare tra i seguenti aspetti di un progetto:

  • organizzare i modelli intrinseci nei dati, rendendo chiaro l'insieme e gli obiettivi del sito (bilanciando la necessitá di chi lo realizza con quelle degli utenti), tenendo ben presente il contesto per il quale si sta lavorando
  • determinare quali contenuti e quali funzionalitá il sito debba contenere o roganizzare le informazioni
  • definire la struttura, la navigazione, la classificazione e i criteri di ricerca, la mappa delle informazioni che renda possibile a ciascuno di risalire al proprio percorso conoscitivo
  • stabilire il ritmo di progressione del progetto, la periodicitá di crescita e di cambiamento
  • avere come obiettivo primario il target di riferimento.

La metafora dell'alchimista é stata fatta perché l'architetto entra nel progetto con una visione globale e la conoscenza approfondita del contenuto, del contesto e dell'utente finale. Il lavoro e i risultati che gli vengono richiesti sono invisibili all'utente finale ma su questi si gioca la riuscita del progetto. In estrema sintesi é un lavoro sotterraneo che si nota solo quando il sito non funziona. FONTE: http://trovabile.org/

CONDIVIDI

Ti potrebbero interessare anche...

Bizen, il mio reparto digital marketing: il caso Aldo Bernardi
Il nostro percorso di digital marketing insieme ad Aldo Bernardi, l'azienda che da oltre quarant'anni illumina con stile, ricercando nuovi materiali per creare originali manifestazioni di luce.

03 ottobre 2016
Interoperabilità: la parola del futuro nel web
Annunciata la data di rilascio delle specifiche finali di HTML5: luglio 2014.

28 febbraio 2011
Evento Go!WebDesign a Milano: il Resoconto
Sabato 6 febbraio ho partecipato ad un evento sul Web Design organizzato da JuliusDesign sugli elementi fondamentali per la creazione di siti internet dal punto di vista del Web Designer e sulla condivisione di tecniche e strategie di sviluppo.

17 febbraio 2010